Progetto “ WE ARE IN “ – descrizione visita in FVG autunno 2009
Pubblicato il 27 settembre 2009

Progetto “ WE ARE IN “

Scarica programma di visita per la delegazione di Ankara in Regione Friuli Venezia Giulia dal 28 settembre al 2 ottobre: Download file Word


“We are in” – visita in FVG
Pubblicato il 22 settembre 2009

Progetto “ WE ARE IN “

Programma di visita per la delegazione di Ankara in Regione Friuli Venezia Giulia :

Mr Volkan Dogan, coordinatore del progetto WE ARE IN

Ms. Muteharre Ylmaz , direttrice del Centro della Gioventù  Yenimhalle di Ankara

Mr. Sermet Basaran , Direttore del Dipartimento per le relazioni ed affari esterni del Primo Ministro – Amministrazione centrale per i disabili .

Giorno

Attività

Persone coinvolte

28 settembre ore 12

ore 15 Archivio Luigi Nono , Giudecca, Venezia

arrivo in Italia, Aereoporto M.Polo

incontro con Fondazione Luigi Nono

RUE

29 settembre mattina

Ospedale Gervasutta

Scuola Elementare Tavagnacco – Colugna

Visita al Gervasutta 9.30 – 11

Scuola elementare 11-12.30

Direttore sanitario, responsabili di SO

Assessore Provincia di Udine, Adriano Piuzzi

A.S .Annalisa Chiappa

Ins. Federica Novello

A.S. D’Antoni Danila

29 settembre pomeriggio

Coop. Arte Libro, Udine

Visita centri occupazionali e di inserimento lavorativo protetto: Coop della Comunità Piergiorgio

D’Osualdo

Enrico Pin

30 settembre mattina

CSRE Codroipo

Villa Manin

dott. F. D’Osualdo

dott S. Schierano

RUE

30 settembre pomeriggio

Centro Polifunzionale Micesio,

Udine

Coop Hattiva Lab

RUE

RUE

A.S. Annalisa Chiappa

Dott. saPaola Benini

1 ottobre mattina

Sede via Corsi, Trieste

Liceo psicopedagogico Carducci

Prof. Anna Maria Zecchia

RUE

1 ottobre pomeriggio

Consiglio Regione Friuli Venezia Giulia, Trieste

Incontro con Assessore Regionale. Vladimiro Kosic

Incontro con Assessore Regionale Roberto Molinaro

Regione FVG

Roberto Brancati

Paola Tabor

2 Ottobre, mattino

Volo di rientro ad Ankara

Interpretariato Sig. na Marta Marchi

Udine, 23 settembre ’09 per RUE – Risorse Umane Europa

Walter De Liva


Conferenza regionale sulla cooperazione allo sviluppo e il partenariato internazionale – Udine 19 giugno 2009
Pubblicato il 13 giugno 2009

“ Conferenza regionale sulla cooperazione allo sviluppo e il partenariato internazionale ” Udine 19 giugno 2009,  Auditorium della Regione Autonoma FVG.

 

Pubblichiamo il testo delle considerazioni conclusive emerse dal report di missione del progetto ” WE ARE IN ” che sarà oggetto di una comunicazione durante il dibattito e la presentazione di buone pratiche nella sessione pomeridiana , tema “ Le dimensioni internazionali della politica della salute della Regione FVG “ .

 

 Questa prima missione esplorativa ad Ankara, 20 – 26 maggio 2009,  si è svolta in un clima generale molto favorevole ed estremamente cordiale; tutte le persone incontrate si sono dichiarate disponibili a sviluppare eventuali collaborazioni o progetti di cooperazione con la Regione Friuli Venezia Giulia e con RUE.

 

Il progetto di cui questa missione ha costituito una fase prevede una pvisita di un team turco nel prossimo mese di luglio alla nostra Regione , occasione importante per apprendimenti e collaborazioni. Questa missione ha consentito a identificare i punti da approfondire per disegnare futuri progetti di cooperazione in ambito sociosanitario o riabilitativo, diritti umani e dialogo della società civile.

In questo senso risulta estremamente interessante la dichiarazione di disponibilità ad interlocuzione , di cui si attende comnunicazione scritta entro breve termine , del Dipartimento per le Relazioni e gli Affari esteri dell’ U.E., dott. Sermet Basaran, direttore dell’ Amministrazione delle persone con disabilità in Ankara, Turchia.

 

L’organizzazione dei reparti visitati e la qualità delle prestazioni di fisioterapia è risultata di buon livello. Negli ospedali visitati peraltro è poco sviluppata la differenziazione dei servizi pediatrici, che risultano quasi sempre inclusi in quelli degli adulti, anche se la costante presenza dei genitori durante il trattamento è un punto di forza dell’organizzazione.

 

Le informazioni raccolte nel corso della missione hanno messo in evidenza che vi è una grande centralizzazione dei servizi e degli interventi riabilitativi nelle principali città del paese.
Mancano strutture, specialisti, medici di medicina generale e pediatri anche per le cure primarie nelle regioni periferiche e negli ambienti rurali.

Sulla base di quanto sopra questi devono comunque prevedere la conoscenza della realtà extraurbana in tema di servizi rivolti alle persone con disabilità

 

L’ICF è riconosciuta e adottata nei suoi principi dalla legge nazionale sulla disabilità (vedi allegato); i piani strategici attuativi  prevedono che:

·         siano approfondite le conoscenze dei diversi sistemi di classificazione della disabilità in altri paesi.

·         entro il 2012 sia adottato un sistema di classificazione allineato e  compatibile con la classificazione internazionale.

·         ci possano essere delle collaborazioni nazionali e ,in caso di necessità, internazionali nel campo della valutazione della disabilità.

 

Questi punti aprono varie possibilità di collaborazione per l’Agenzia regionale della Sanità quale Centro Collaboratore OMS in particolare tenendo in considerazione la lunga esperienza nella disseminazione dei principi ICF e dei contenuti della Convenzione UN dei diritti delle persone con disabilità oltre che  nella formazione del personale sanitario nell’ambito della sanità pubblica.

Si deve includere inoltre la disponibilità dell’ospedale Gervasutta a eventuali scambi professionali con gli operatori dei reparti visitati in particolare per quanto riguarda la riabilitazione in età pediatrica.

 

Anche RUE vede con interesse la possibilità di implementazione del progetto “WE ARE IN”, anche mediante condivisione dell’idea progettuale “The new Europe meets Turkey” , di cui la Regione FVG è stata partner nella versione redatta nel 2007  per il bando “Dialogo della società Civile “, coordinato dalla Turchia e co – finanziato dall’ U.E.

 

Di rilievo la visita del lead partner in Regione il prossimo mese di luglio.


WE ARE IN
Pubblicato il 8 giugno 2009

” WE ARE IN FOR AN UNHINDERED ACCESSION TO THE EUROPEAN UNION ” , co-finanziato dall’Unione Europea mediante ” PROMOTION OF THE CIVIL SOCIETY DIALOGUE BETWEEN EUROPEAN UNION AND TURKEY: YOUTH INITIATIVES FOR DIALOGUE. ”
Leggi allegato (Word)

Rapporto Missione maggio 2009 (Documento WORD)


Weronika Grelow , ” We Are In ” – Ankara, 20 -26 maggio 2009
Pubblicato il 2 giugno 2009

Weronika Grelow , impressioni dal meeting del progetto ” We Are In ” -
Ankara, 20 -26 maggio 2009.

” Turchia…quella selvaggia, quella mistica, quella caotica…quella che conoscevo a Istanbul, ad Ankara ci ha presentato un’altra faccia. Sembrava un’amica giovane della vecchia e stanca Istanbul, una donna dignitosa che voleva offrire il meglio di sè.  Già dall’inizio ci sorprendeva ad ogni passo. Ankara…una città non solo enorme e molto moderna, ma a differenza di Istanbul organizzata benissimo, di cui il nostro corto soggiorno, realizzato in ogni particolare secondo il programma, è stato un esempio migliore.

Siamo rimasti sorpresi dalla sua calorosa accoglienza… Siamo rimasti sorpresi dalle attrezzature degli ospedali visitati, sorpresi dal livello dell’ implementazione dell’ICF. Per quanto riguarda il corso di formazione, all’inizio sembrava una vera sfida. Guardavo preoccupatissima i  ragazzi, persi tra loro pensieri con gli occhi impenetrabili…che poi col tempo ci hanno mostrato tutto iloro entusiasmo. Entusiasmo pazzesco!
Quindi è vero, che mentre al primo confronto ai Turchi manca un po’ di fiducia, poi ti aprono il cuore. Una buona alternativa alla superficialità europea…Almeno là un sorriso era un  sorriso vero.
Durante il training ci siamo divertiti parecchio. Problemi sono arrivati il secondo giorno con la definizione di tre nozioni: segregazione/ integrazione/ assimilazione.
Ci siamo persi tra le spiegazioni astratte: passando dai piatti unici alle insalate miste, al gruppo che mangia insieme ad un tavolo, a un gruppo di amici che mangiano lostesso piatto…la discussione diventava sempre più vivace.
E l’unica domanda che mi pongo è se ci sia davvero il problema dell’integrazione in una città dove per strada passano accanto le donne in velo e le ragazze vestite allamaniera occidentale. Qua, la diversità sembrava una cosa
normale. Cesitlilikte birlik… Ma se fosse la diversità  appartenente solamente alla loro cultura? In città non si vedono uomini di colore. Perché?
Interessantissimi anche le opinioni sull’Unione Europea.C’era chi ne vedeva la speranza e l’unica strada giusta, c’è chi aveva paura di perdere la propria identità, alcuni speravano (giustamente!) che sarebbe stata una bellissima opportunità di presentarsi all’Europa.
Poi abbiamo scoperto che di loro solo due persone sono state all’estero, che sembrava strano per un gruppo così giovane. Da un lato vivono con le idee vaghe sull’Europa… da un altro lato, grazie a questo viaggio anche noi scopriamo di essere pieni di pregiudizi sbagliati.
Durante l’intervallo è venuta da me una ragazza iraniana  chiedendo “di spiegare a tutti che da loro non è così male come pensiamo”. Che fanno le feste e bevono alcoolici. Sì, fuori casa non si può, maorganizzano le feste private. Che sono contro il loro governo. E che gli dispiace tantissimo di essere visti in questa maniera.
Ci salutiamo con una vera speranza, sembrerebbe reciproca, di incontrarci di nuovo, e fare qualche progetto insieme. Il progetto che ci potrebbe dare una possibilità di approfondire la nostra conoscenza di questa cultura lontana, ma che ad Ankara ci sembrava così vicina…
E poi mi chiedo quanti segreti nasconde ancora, quante cose non abbiamo visto… offuscati dalle immagini di benessere della città capitale? In ogni caso non possiamo dimenticarci della triste realtà della campagna turca. ”


We are in project. RUE study visit draft schedule.
Pubblicato il 13 maggio 2009

We are in project. RUE study visit draft schedule.
20 – 26 may, 2009, Ankara (Turkey).

Ankara, 20 – 26 maggio.Dialogo della società civile ” We are in ! “
Pubblicato il 5 maggio 2009

Ankara, 20 – 26 maggio.Dialogo della società civile ” We are in ! ”
In allegato il programma della visita . Di seguito la traccia dei moduli di formazione presentati , per RUE, da Alessandro Giardina e Weronika Grelow :

1. COMMUNICATION MODULE + role-playing games (2+2 hours total)
• Good-Effective Communication
• Group Dynamics
• Problem Solving-Cooperative learning
• Conflict management

2. SOCIAL MODULE (2 hours total)
• Intercultural Social Communication
• Social and Cultural Integration-Inclusion
• Integration-Inclusion in the New Europe

3. EUROPEAN UNION + role-playing games (2+2 hours total)
• European Union history
• European Parlament
• European Youth Politics
• European enlargement
• European school systems

Allegato (Documento Excel)


Relazione intermedia del progetto ” WE ARE IN”, ringraziamento a RUE
Pubblicato il 8 aprile 2009

Dear Colleagues,

We would like to take this opportunity to thank you and your partners for your kind co-operation in taking the time to respond to our brief survey on ‘partnership’.
Your feedback regarding your EU – Turkey relationships through the Civil Society Dialogue projects was insightful and a great help to us. The next issue of the ‘Dialogue’ newsletter will focus on the EU experience of CSD and we hope that many of your comments will be incorporated. The feedback is also useful to EUSG in terms of future programme design around CSD.
Many thanks for your help,

Deren Doğan Yavuz
Secretariat General for EU Affairs
Senior Programme Officer


Ankara, ” WE ARE IN “
Pubblicato il 29 marzo 2009

RUE – Risorse Umane Europa è da luglio 2008 partner del progetto ” WE ARE IN FOR AN UNHINDERED ACCESSION TO THE EUROPEAN UNION ” , co-finanziato dall’ Unione Europea mediante ” PROMOTION OF THE CIVIL SOCIETY DIALOGUE BETWEEN EUROPEAN UNION AND TURKEY: YOUTH INITIATIVES FOR DIALOGUE. ”

Destinatari e beneficiari del progetto sono un gruppo di giovani diversamente abili della città di Ankara ( Turchia) , le attività sono mirate a dare vita ad una unità scout con 30 partecipanti, molti dei quali con disagio mentale, la loro età varia dai 9 ai 17 anni. Il responsabile scout e di team , un esperto di educazione speciale , sta lavorando con loro una volta a settimana (la domenica) per due ore.

La persona di contatto del progetto è :Volkan Dogan ,Yenimahalle Youth Centre Youth and Sports Club, Ankara (TURKEY).

La seconda attività progettuale consiste nello sviluppare uno studio di ricerca/sondaggio con obiettivo la promozione delle opportunità, per le persone diversamente abili , di partecipazione attiva alla vita quotidiana. Per questa parte di progetto, per predisporre uno studio scientifico che team e scouts implementeranno ad Ankara ,il coordinamento è costituito da 2 accademici, 1 esperto di statistica, 1 esperto di educazione speciale presso l’ Università turca.

Il team turco è focalizzato sull’ implementazione di almeno 250 rilevamenti con giovani diversamente abili, 100 con le loro famiglie e 100 con gli attivisti/volontari. Si prevede la pubblicazione del verbale di sintesi come buona pratica da aggiungere alla documentazione e diffusione del progetto.

La terza attività consiste nella visita del gruppo di contatto coordinato da RUE ad Ankara dal 18 al 24 maggio 2009 , cui seguirà una visita del team turco di progetto in Friuli Venezia Giulia a giugno, per confrontare il contesto lavorativo, il sistema assistenziale e le opportunità educative e formative per i giovani diversamente abili.

RUE sarà coinvolta inoltre nella formazione dei giovani leader del gruppo scout e del Centro giovanile turco.

Tematiche della formazione richiesta a RUE : comunicazione attiva, educazione privata, dinamiche di gruppo, Unione Europea (politiche giovanili), scautismo, società civile, primo aiuto.

Sono stati informati, per un loro coinvolgimento: il Comune di Udine, coordinamento del progetto Città Sane e Agenzia Giovani , ASS.4 dell’ Udinese – Servizio di Riabilitazione infantile, Regione Friuli Venezia Giulia – Servizio Rapporti Internazionali e Partenariato Territoriale e Centro Collaboratori O.M.S.