Posts Tagged “sistema”

“ Conferenza regionale sulla cooperazione allo sviluppo e il partenariato internazionale ” Udine 19 giugno 2009,  Auditorium della Regione Autonoma FVG.

 

Pubblichiamo il testo delle considerazioni conclusive emerse dal report di missione del progetto ” WE ARE IN ” che sarà oggetto di una comunicazione durante il dibattito e la presentazione di buone pratiche nella sessione pomeridiana , tema “ Le dimensioni internazionali della politica della salute della Regione FVG “ .

 

 Questa prima missione esplorativa ad Ankara, 20 – 26 maggio 2009,  si è svolta in un clima generale molto favorevole ed estremamente cordiale; tutte le persone incontrate si sono dichiarate disponibili a sviluppare eventuali collaborazioni o progetti di cooperazione con la Regione Friuli Venezia Giulia e con RUE.

 

Il progetto di cui questa missione ha costituito una fase prevede una pvisita di un team turco nel prossimo mese di luglio alla nostra Regione , occasione importante per apprendimenti e collaborazioni. Questa missione ha consentito a identificare i punti da approfondire per disegnare futuri progetti di cooperazione in ambito sociosanitario o riabilitativo, diritti umani e dialogo della società civile.

In questo senso risulta estremamente interessante la dichiarazione di disponibilità ad interlocuzione , di cui si attende comnunicazione scritta entro breve termine , del Dipartimento per le Relazioni e gli Affari esteri dell’ U.E., dott. Sermet Basaran, direttore dell’ Amministrazione delle persone con disabilità in Ankara, Turchia.

 

L’organizzazione dei reparti visitati e la qualità delle prestazioni di fisioterapia è risultata di buon livello. Negli ospedali visitati peraltro è poco sviluppata la differenziazione dei servizi pediatrici, che risultano quasi sempre inclusi in quelli degli adulti, anche se la costante presenza dei genitori durante il trattamento è un punto di forza dell’organizzazione.

 

Le informazioni raccolte nel corso della missione hanno messo in evidenza che vi è una grande centralizzazione dei servizi e degli interventi riabilitativi nelle principali città del paese.
Mancano strutture, specialisti, medici di medicina generale e pediatri anche per le cure primarie nelle regioni periferiche e negli ambienti rurali.

Sulla base di quanto sopra questi devono comunque prevedere la conoscenza della realtà extraurbana in tema di servizi rivolti alle persone con disabilità

 

L’ICF è riconosciuta e adottata nei suoi principi dalla legge nazionale sulla disabilità (vedi allegato); i piani strategici attuativi  prevedono che:

·         siano approfondite le conoscenze dei diversi sistemi di classificazione della disabilità in altri paesi.

·         entro il 2012 sia adottato un sistema di classificazione allineato e  compatibile con la classificazione internazionale.

·         ci possano essere delle collaborazioni nazionali e ,in caso di necessità, internazionali nel campo della valutazione della disabilità.

 

Questi punti aprono varie possibilità di collaborazione per l’Agenzia regionale della Sanità quale Centro Collaboratore OMS in particolare tenendo in considerazione la lunga esperienza nella disseminazione dei principi ICF e dei contenuti della Convenzione UN dei diritti delle persone con disabilità oltre che  nella formazione del personale sanitario nell’ambito della sanità pubblica.

Si deve includere inoltre la disponibilità dell’ospedale Gervasutta a eventuali scambi professionali con gli operatori dei reparti visitati in particolare per quanto riguarda la riabilitazione in età pediatrica.

 

Anche RUE vede con interesse la possibilità di implementazione del progetto “WE ARE IN”, anche mediante condivisione dell’idea progettuale “The new Europe meets Turkey” , di cui la Regione FVG è stata partner nella versione redatta nel 2007  per il bando “Dialogo della società Civile “, coordinato dalla Turchia e co – finanziato dall’ U.E.

 

Di rilievo la visita del lead partner in Regione il prossimo mese di luglio.

Comments Commenti disabilitati

LavoroVeneto 24 – Approfondimenti sul sistema regionale di Istruzione, Formazione e Lavoro

Gentili responsabili e operatori dei servizi di orientamento,

come da indicazione del Dirigente Regionale dott. Pier Angelo Turri, Vi informiamo che la Direzione Lavoro, insieme alla redazione milanese del quotidiano Il Sole24Ore, sta curando la pubblicazione di 5 notiziari di 8 pagine in formato tabloid sul tema del lavoro nel contesto Veneto. A cadenza trimestrale, da aprile 2009 fino a marzo 2010, LavoroVeneto 24 – Approfondimenti sul sistema regionale di Istruzione, Formazione e Lavoro – racconterà lo stato delle politiche per il lavoro dal punto di vista dei servizi, delle imprese e dei lavoratori parallelamente all’evolversi della situazione sociale ed economica.
A questo proposito abbiamo il piacere di inviarVi il primo numero in formato pdf (sarà a breve disponibile anche nelle pagine web del sito della Giunta), che fornisce un quadro descrittivo della situazione del mercato del lavoro e dei servizi, programmi e progetti attualmente in opera. Con l’augurio di riscontrare il Vostro gradimento e rimanendo a Vostra disposizione per ogni eventuale chiarimento, anche a nome del Dirigente Regionale dott. Pier Angelo Turri, Vi porgiamo i più cordiali saluti.

Dott.ssa Fabrizia Maschietto
Responsabile Ufficio orientamento e informazione
Regione del Veneto
Direzione Regionale Lavoro
Via Torino 105
30172 Venezia – Mestre
Tel. 041 2795680
E-mail fabrizia.maschietto@regione.veneto.it

Comments Commenti disabilitati

RUE – Risorse Umane Europa è da luglio 2008 partner del progetto ” WE ARE IN FOR AN UNHINDERED ACCESSION TO THE EUROPEAN UNION ” , co-finanziato dall’ Unione Europea mediante ” PROMOTION OF THE CIVIL SOCIETY DIALOGUE BETWEEN EUROPEAN UNION AND TURKEY: YOUTH INITIATIVES FOR DIALOGUE. ”

Destinatari e beneficiari del progetto sono un gruppo di giovani diversamente abili della città di Ankara ( Turchia) , le attività sono mirate a dare vita ad una unità scout con 30 partecipanti, molti dei quali con disagio mentale, la loro età varia dai 9 ai 17 anni. Il responsabile scout e di team , un esperto di educazione speciale , sta lavorando con loro una volta a settimana (la domenica) per due ore.

La persona di contatto del progetto è :Volkan Dogan ,Yenimahalle Youth Centre Youth and Sports Club, Ankara (TURKEY).

La seconda attività progettuale consiste nello sviluppare uno studio di ricerca/sondaggio con obiettivo la promozione delle opportunità, per le persone diversamente abili , di partecipazione attiva alla vita quotidiana. Per questa parte di progetto, per predisporre uno studio scientifico che team e scouts implementeranno ad Ankara ,il coordinamento è costituito da 2 accademici, 1 esperto di statistica, 1 esperto di educazione speciale presso l’ Università turca.

Il team turco è focalizzato sull’ implementazione di almeno 250 rilevamenti con giovani diversamente abili, 100 con le loro famiglie e 100 con gli attivisti/volontari. Si prevede la pubblicazione del verbale di sintesi come buona pratica da aggiungere alla documentazione e diffusione del progetto.

La terza attività consiste nella visita del gruppo di contatto coordinato da RUE ad Ankara dal 18 al 24 maggio 2009 , cui seguirà una visita del team turco di progetto in Friuli Venezia Giulia a giugno, per confrontare il contesto lavorativo, il sistema assistenziale e le opportunità educative e formative per i giovani diversamente abili.

RUE sarà coinvolta inoltre nella formazione dei giovani leader del gruppo scout e del Centro giovanile turco.

Tematiche della formazione richiesta a RUE : comunicazione attiva, educazione privata, dinamiche di gruppo, Unione Europea (politiche giovanili), scautismo, società civile, primo aiuto.

Sono stati informati, per un loro coinvolgimento: il Comune di Udine, coordinamento del progetto Città Sane e Agenzia Giovani , ASS.4 dell’ Udinese – Servizio di Riabilitazione infantile, Regione Friuli Venezia Giulia – Servizio Rapporti Internazionali e Partenariato Territoriale e Centro Collaboratori O.M.S.

Comments Commenti disabilitati

La parola UKRAINA significa “zona di confine” il tradizione incrocio tra l’Europa e l’Asia . Confina con la Russia ,con la Bielorussia, con la Polonia , la Slovacchia ,l’Ungheria, la Romania e la Moldavia e con vaste aree del Mar Nero.
La Rivoluzione arancione fu costituita da una serie di proteste pacifiche che spinsero il governo all’annullamento delle elezione del 21 novembre 2004 .La corte suprema dell’Ucraina ordinò la ripetizione delle elezione il 26 dicembre 2004 e di investigare sui casi di frode elettorale. Juscenko fu quindi dichiarato vincitore il 10 gennaio 2005, dopo il fallimento di un’azione legale intentata da Janukovyc.
Il nuovo presidente si insediò il 23 gennaio 2005.
La politica dell’Ucraina si svolge in una repubblica democratica semi presidenziale , con sistema multipartitico. Il potere esecutivo è esercitato dal governo , mentre il potere legislativo dal Parlamento (Verkhovna Rada).
Il presidente viene eletto con voto popolare per un mandato di cinque anni. Il Presidente nomina il Primo Ministro , che deve essere confermato dal Parlamento. La Verkhovna Rada (Parlamento dell’Ucraina) conta 450 membri, eletti ogni cinque anni.
A partire dalla elezione del 2006 tutti i 450 membri della Verkhovna Rada sono eletti con il sistema proporzionale. Il Parlamento dà vita alla leggi, ratifica trattati e approva i bilanci.
L’Ucraina conta un gran numero di partiti politici, molti di piccole dimensioni. I piccoli partiti si uniscono di solito in coalizioni multipartitiche (blocchi elettorali) con lo scopo di partecipale alle elezioni parlamentari.
Negli ultimi anni l’Ucraina ha attuato cambiamenti che hanno permesso una rapida crescita economica. Particolarmente dinamici sono stati i comparti del commercio, trasporti,edilizia e costruzione e, nel’ industria il settore cartiero, settore dell’acciaio.
La crescita della produzione industriale nel 2007 è stata del 10,2% ; nel corso del primo semestre 2008 , l’economia dell’Ucraina ha conosciuto una crescita del PIL del 6,3%. Il settori industriali trainati dell’economia ucraina sono stati quelli: metallurgica, carbosiderurgico, chimica, settore dell’acciaio.
Le regioni produttrici di carbone nel Donbass,sono state più colpite dal collasso economico del paese, perche le miniere sono state costrette a chiudere in seguito al taglio del sussidi ed al minore costo delle importazioni.
La ristrutturazione comunque, è stata ostacolata dagli interessi costituiti sia burocratici che economici, contrari e modificare il sistema di pianificazione centrale.
La maggiori difficoltà che l’Ucraina si trova a fronteggiare restano legate al completamento del processo di privatizzazione e ristrutturazione del settore industriale,delle dimensioni del deficit pubblico e alla dipendenza del paese dalla fonti energetiche esterne.
Anche la privatizzazione e gli investimenti esteri hanno avuto un andamento molto lento rispetto al altri paesi ex-comunisti.
La relazioni economico-commerciali tra Italia ed Ucraina si sono intensificate soprattutto negli ultimi anni .Nel periodo 2001-2007 l’interscambio tra due paesi è cresciuto ad un tasso medio annuo del 26%, attestandosi nel 2007 sui 4,4 miliardi di euro. In Ucraina sono attive inoltre circa 380 aziende italiane, di cui circa 100 con una presenza consolidata.

Comments Commenti disabilitati

“Adolescenti, genitori: compagni di viaggio” – 7 febbraio 09

ITIS V. Volterra, San Donà di Piave, 7 febbraio 2009, intervento di Rita Giannetti , incontro ” Adolescenti, genitori: compagni di viaggio”.

Materiale conferenza.

Comments Commenti disabilitati

RUE – Risorse Umane Europa invita giovani e studenti a partecipare alla videoconferenza di martedi 21 ottobre,dalle ore 10.00 alle ore 12.30, ospitata a Udine dall’ Ente Friuli nel Mondo, via del Sale 9.

Oggetto della videoconferenza sono gli Open Days 2008, in particolare l’ evento locale della Regione FVG con il titolo ” Building up of common actions for european awareness ” coordinata dall’ Ufficio di Collegamento della Regione Friuli Venezia Giulia a Bruxelles.

Finalità della videoconferenza è la creazione di strumenti per la cooperazione e il networking fra istituti scolastici, le Università ed il sistema delle piccole e medie imprese dell’Austria, della Slovenia e dell’Italia, con l’obiettivo generale di:

- approfondire il dialogo interculturale
- condividere le problematiche educative e del patrimonio di esperienze formative ed informative
- migliorare l’accesso e partecipazione alla cooperazione trasfrontaliera fra istituti scolastici in una strategia sopranazionale ed interculturale.

Gli interventi introduttivi da Udine saranno svolti da Enrica Mazzuchin, dirigente scolastico IPS B.Stringher di Udine e M.Cristina Rigonat, docente Liceo D. Alighieri di Gorizia.

Alla videoconferenza parteciperanno tre funzionari dell’ Unione Europea D.G. EAC che presenteranno agli studenti ed agli insegnanti , insieme ai funzionari dell’Ufficio di Collegamento, le seguenti iniziative:

- Azione Comunitaria di scambi scolastici “Comenius”
- Programma “Gioventù in Azione”
- Attività dell’Assemblea delle Regioni d’Europa.

Materiale di presentazione

Materiale di presentazione (Comenius)

Segreteria organizzativa:
RUE – Risorse Umane Europa
via G. Giusti, 5 33100 Udine cell. 338 4626817 www.risorseumaneuropa.org www.eclab.eu

Comments Commenti disabilitati



“I Love EU” è un giornale on line registrato dal Tribunale di Udine in data 2/9/06 n. 36/06.
Direttore responsabile Massimo De Liva. Realizzato da R.U.E. Risorse Umane Europa