Posts Tagged “accoglienza”

Weronika Grelow , impressioni dal meeting del progetto ” We Are In ” -
Ankara, 20 -26 maggio 2009.

” Turchia…quella selvaggia, quella mistica, quella caotica…quella che conoscevo a Istanbul, ad Ankara ci ha presentato un’altra faccia. Sembrava un’amica giovane della vecchia e stanca Istanbul, una donna dignitosa che voleva offrire il meglio di sè.  Già dall’inizio ci sorprendeva ad ogni passo. Ankara…una città non solo enorme e molto moderna, ma a differenza di Istanbul organizzata benissimo, di cui il nostro corto soggiorno, realizzato in ogni particolare secondo il programma, è stato un esempio migliore.

Siamo rimasti sorpresi dalla sua calorosa accoglienza… Siamo rimasti sorpresi dalle attrezzature degli ospedali visitati, sorpresi dal livello dell’ implementazione dell’ICF. Per quanto riguarda il corso di formazione, all’inizio sembrava una vera sfida. Guardavo preoccupatissima i  ragazzi, persi tra loro pensieri con gli occhi impenetrabili…che poi col tempo ci hanno mostrato tutto iloro entusiasmo. Entusiasmo pazzesco!
Quindi è vero, che mentre al primo confronto ai Turchi manca un po’ di fiducia, poi ti aprono il cuore. Una buona alternativa alla superficialità europea…Almeno là un sorriso era un  sorriso vero.
Durante il training ci siamo divertiti parecchio. Problemi sono arrivati il secondo giorno con la definizione di tre nozioni: segregazione/ integrazione/ assimilazione.
Ci siamo persi tra le spiegazioni astratte: passando dai piatti unici alle insalate miste, al gruppo che mangia insieme ad un tavolo, a un gruppo di amici che mangiano lostesso piatto…la discussione diventava sempre più vivace.
E l’unica domanda che mi pongo è se ci sia davvero il problema dell’integrazione in una città dove per strada passano accanto le donne in velo e le ragazze vestite allamaniera occidentale. Qua, la diversità sembrava una cosa
normale. Cesitlilikte birlik… Ma se fosse la diversità  appartenente solamente alla loro cultura? In città non si vedono uomini di colore. Perché?
Interessantissimi anche le opinioni sull’Unione Europea.C’era chi ne vedeva la speranza e l’unica strada giusta, c’è chi aveva paura di perdere la propria identità, alcuni speravano (giustamente!) che sarebbe stata una bellissima opportunità di presentarsi all’Europa.
Poi abbiamo scoperto che di loro solo due persone sono state all’estero, che sembrava strano per un gruppo così giovane. Da un lato vivono con le idee vaghe sull’Europa… da un altro lato, grazie a questo viaggio anche noi scopriamo di essere pieni di pregiudizi sbagliati.
Durante l’intervallo è venuta da me una ragazza iraniana  chiedendo “di spiegare a tutti che da loro non è così male come pensiamo”. Che fanno le feste e bevono alcoolici. Sì, fuori casa non si può, maorganizzano le feste private. Che sono contro il loro governo. E che gli dispiace tantissimo di essere visti in questa maniera.
Ci salutiamo con una vera speranza, sembrerebbe reciproca, di incontrarci di nuovo, e fare qualche progetto insieme. Il progetto che ci potrebbe dare una possibilità di approfondire la nostra conoscenza di questa cultura lontana, ma che ad Ankara ci sembrava così vicina…
E poi mi chiedo quanti segreti nasconde ancora, quante cose non abbiamo visto… offuscati dalle immagini di benessere della città capitale? In ogni caso non possiamo dimenticarci della triste realtà della campagna turca. ”

Comments Commenti disabilitati

Rue- Risorse Umane Europa attuerà 5 incontri di formazione per gli educatori dell’Opera Pia Casa Paterna di S.Donà di Piave, punto di pronta accoglienza per minori stranieri non accompagnati. Tali incontri si svolgeranno dalle ore 9.00 alle 12.00 e secondo il seguente calendario:

8, 16, 23, 30 settembre e 2 ottobre

I temi dei laboratori andranno ad interessare:
alcune buone prassi di accoglienza e di intervento per l’ insegnamento ed apprendimento dell’italiano L2,
l’adolescente immigrato, con particolare riferimento al minore non accompagnato,
analisi di alcuni studi di caso proposti dagli educatori.

Comments Commenti disabilitati

La ricerca “Un mondo di scuole vol.IV”, realizzata da RUE – Risorse Umane Europa nel 2007 per la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Struttura Stabile per gli Immigrati, presenta contenuti diversi rispetto alle tre precedenti edizioni che hanno interessato l’analisi dei sistemi scolastici di 61 paesi tra comunitari ed extracomunitari. Per quest’ultima si è ritenuto opportuno orientare la ricerca – azione tenendo in considerazione i seguenti aspetti:
a. offrire strumenti utili ai docenti per facilitare l’accoglienza e l’inserimento degli alunni stranieri ;
b. presentare degli studi effettuati nel territorio , uno studio di caso e un’ indagine conoscitiva, quali esempi di analisi e di riflessione sulle tematiche poste da parte di tutti gli operatori della scuola.

Pubblicazione(formato di compressione .RAR)

SIto internet Regione Friuli Venezia Giulia

Comments Commenti disabilitati

Desideriamo informare che il giorno lunedì 4 dicembre 2006 alle ore 9.00, RUE – Risorse Umane Europa, organizza un convegno dal titolo “I minori immigrati: generazione in movimento. Accoglienza e integrazione”, presso l’ITIS “V. Volterra” a S. Donà di Piave (VE).

Programma:
9.00 Registrazione partecipanti
9.15 Saluto di apertura: Paolo Rizzante, Dirigente ITIS “V. Volterra” e Walter De Liva, Presidente RUE – Risorse Umane Europa
9.30 Saluto delle autorità
10.00 Introduzione e coordinamento dei lavori: Brunello Fogagnoli, Docente ITIS Volterra
10.20 “Accogliere il Sé per contattare l’Altro: pratiche socio-terapeutiche di dialogo interculturale e di prevenzione del disagio” Elisabetta Damianis, Università di Teramo
10.50 Pausa
11.00 “Crescere altrove: l’adolescenza in migrazione; assimilazione, alternanza della propria identità, marginalità, interculturalità” Orsolina Valeri, Psicologa RUE, docente ITIS Volterra
11.30 Intervento BILLY JOEL GONZALES – MARICEL ARGENAL G2 – Rete seconde generazioni, immigrazione
12.00 RUE tra formazione e ricerca-azione per costruire progetti nella scuola e nei servizi, Walter De Liva
12.30 Dibattito
13.00 Buffet
15.00 Saluto delle autorità
15.15 Gruppi di lavoro:
- Accoglienza dei minori immigrati nella scuola e nei servizi: esperienze a confronto. Orsolina Valeri
- Integrazione degli adolescenti immigrati: esperienze a confronto nella scuola e nei servizi. Water De Liva
17.15 Plenaria dei gruppi di lavoro
18.00 Concerto musica balcanica; Galere di Fiandra e di Siria; Gruppo etnico musicale
18.30 Chiusura dei lavori

Per ulteriori informazioni potete contattare le sedi di RUE di S. Donà di Piave e di Udine ai seguenti numeri telefonici: 0432.227547 338.4626817 338.4537696

Il personale della scuola che vi partecipi ha diritto di esonero dal servizio in quanto RUE è Ente accreditato per la formazione del personale della scuola dal MIUR – Dipartimento per l’istruzione – Direzione generale per il personale della scuola (art.66 del vigente C.C.N.L. e artt.2 e 3 della Direttiva n.90/2003).
A richiesta verrà rilasciato un attestato di partecipazione

Comments Commenti disabilitati



“I Love EU” è un giornale on line registrato dal Tribunale di Udine in data 2/9/06 n. 36/06.
Direttore responsabile Massimo De Liva. Realizzato da R.U.E. Risorse Umane Europa