Archivio per la Categoria “Lavori in corso”

Il progetto ” Un Mondo di Scuole ” promosso dalla Direzione Centrale Istruzione , Formazione e Cultura, Servizio Solidarietà e associazionismo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia è stato realizzato da RUE – Risorse Umane Europa.
Il progetto editoriale per la diffusione sul territorio è stato coordinato da Sara Vizin  e la supervisione tecnica da Carla Benetta, entrambe appartenenti al Servizio istruzione, diritto allo studio e orientamento.
Indirizzo : Scala dei Cappuccini, 1  – 34100 Trieste  tel. 040 3772857  fax 040 2772856
internet : www.regione.fvg.it , sezione Orientamento

E’ disponibile una versione multimediale, aggiornata al 12 luglio 2010:

http://www.rue-ilove.eu/mds5/

E anche la versione PDF, differenziata in base al continente:

- Schede Africa: http://www.rue-ilove.eu/mds5/pdf/AFRICA.pdf

- Schede Americhe- Oceania: http://www.rue-ilove.eu/mds5/pdf/AMERICHE_OCEANIA.pdf

- Schede Asia: http://www.rue-ilove.eu/mds5/pdf/ASIA.pdf

- Schede Europa: http://www.rue-ilove.eu/mds5/pdf/EUROPA.pdf

- Scheda Italia:  http://www.rue-ilove.eu/mds5/pdf/italia.pdf

Comments Commenti disabilitati

Seconde Generazioni tra discriminazione ed inclusione:
quale contributo dalla rete di Istituzioni e Associazioni?
Uno studio di caso: il progetto “Giovani e volontariato protagonisti del cambiamento”

Scarica allegato

Comments Commenti disabilitati

 

Master di formazione per laureati in psicologia, antropologia culturale, sociologia e scienza della formazione – scienza dell’interculturalità

 

 

La presenza di più etnie e di più culture nelle Regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia rappresenta una realtà che necessita di una risposta/intervento da parte di psicologia, antropologia, sociologia ed altre scienze affini.  Il seguente percorso formativo è finalizzato ad introdurre i corsisti alle tematiche dell’alterità e della diversità ed al rapporti tra psicologia, antropologia culturale e sociologia, acquisendo consapevolezza critica sui fondamenti dello stesso sapere antropologico, sociologico e psicologico.

Tutto ciò è orientato al fine di disporre di figure professionali sul territorio che siano in possesso di strumenti e tecniche necessarie per poter interagire positivamente con sistemi di pensiero, con interpretazioni provenienti da altre culture, e con chi, di esse, è portatore.

 

Struttura del Master

Il percorso formativo è costituito da 6 moduli per un totale di 80 ore di aula, 20 di tirocinio e 3 d’esame finale; 103 ore complessive.

Il corso sarà attivato nella città Portogruaro (presso l’I.S.I.S. G. Luzzatto); sono previsti due impegni settimanali di 4 ore ciascuno: dalle 14.30 alle 18.30.

Al termine sarà rilasciato un attestato di partecipazione; possibili crediti formativi.

 

Temi di studio

I° Modulo: Il progetto formativo( 6 ore)

II° Modulo: Cultura,etnia e identità ( 12 ore)

III° Modulo: La comunicazione interculturale (12 ore)

IV° Modulo: Incontro con l’Altro  (15 ore)

V° Modulo: Elementi di etnopsicolgia (20 ore)

VI° Modulo: Studio di caso (15 ore)

 

 

Direzione amministrativa

La direzione è ubicata presso la sede centrale di RUE – Risorse Umane Europa, via Giusti 5, 33100 Udine – tel. e fax 0432 227547; e-mail:  rue@quipo.it    www.risorseumaneuropa.org    www.eclab.eu

 

Requisiti e modalità d’iscrizione

Possono iscriversi al corso i laureati in psicologia, antropologia culturale, sociologia o in lettere indirizzo antropologico (vecchio e nuovo ordinamento di studi), Scienze della Formazione e Scienze dell’Interculturalità.

La domanda di iscrizione dovrà pervenire entro il 31 Ottobre 2009.

Numero massimo iscritti: 20.

 

 

Per informazioni sul Master rivolgersi all’associazione RUE  - Risorse Umane Europa:

via G.Giusti 5 – 33100 Udine – e-mail rue@quipo.it; tel.0432.227547

 

Allegati:

Informazioni Master sede Portogruaro (Ve)

Locandina Master

Scheda di iscrizione al Master

Comments Commenti disabilitati

Dear RUE, thank you very much for your contribution to the European Web Site on Integration. Your contribution has now been validated and the item has been published. We are looking forward to your future contributions.

Title of your contribution : A world of schools.

Please do not answer to this message, generated automatically by the European Web Site on Integration – EWSI

Pagina EWSI (internet explorer mht file)

Comments Commenti disabilitati

Newsletter G2 / Maggio 2009 – a cura della Rete G2, organizzazione nazionale di figli/e di immigrati:

Iniziano le riprese del VideoG2: Arezzo CiTy!
Partendo da Corso Italia (Arezzo) e poi in giro per la città il gruppo creativo della Rete G2 raccoglierà sabato 16 maggio testimonianze di ragazzi e ragazze aretine, sulla loro vita di tutti i giorni, su come vedono e vengono visti dalla loro città:
www.secondegenerazioni.it/forum/viewtopic.php?f=23&t=2098

 
G2 a Firenze per incontrare un gruppo di insegnanti
La Rete G2 partecipa a “Un passo dopo l’altro. Osservare i cammini di integrazione dei bambini e dei ragazzi stranieri”, percorso formativo rivolto agli insegnanti di scuola primaria e secondaria di primo e di secondo grado. Appuntamento a Firenze (IIS Leonardo da Vinci) il 4 maggio, dalle ore 15:
 
G2 invitata dall’Ugl per parlare della legge cittadinanza
Il 7 maggio la Rete G2 interverrà con un proprio relatore allla tavola rotonda “Sono una 2° generazione, figlio di immigrati, nato in Italia: cittadino italiano? Quando e come?”, promossa a Roma dall’Osservatorio del sindacato Ugl sui fenomeni sociali. L’iniziativa si propone di amplificare e diffondere l’informazione sulla problematica politica e sociale e di riflettere sulla necessità di un miglioramento e semplificazione della legge sulla cittadinanza n. 91 del 1992:
www.secondegenerazioni.it/forum/viewtopic.php?f=23&t=2038 
 
 
G2 in provincia di Milano: si parla di diritti 
Il 14 maggio G2 parteciperà a Cernusco (Mi) all’incontro “Quali cittadinanze? Non aver paura, apriti agli altri, apri ai diritti”. L’iniziativa inaugura la seconda Festa delle culture di Cernusco ed è organizzata dall’amministrazione comunale con un coinvolgimento attivo di molte associazioni, alcune delle quali avevano organizzato la serata del 7 novembre 2008 “per non dimenticare Abdul, contro il razzismo”. Verrà proiettato il video “G2 Quando@Quando”:
www.secondegenerazioni.it/forum/viewtopic.php?f=23&t=2088 
 
Focus sulle precedenti iniziative G2
Nella sezione Iniziative del Forum pubblico G2 e nella sezione “G2 per le scuole” potete leggere il report di alcune iniziative realizzate dalla nostra rete o alle quali la nostra organizzazione ha partecipato su invito. Dalla campagna veronese “Nella mia città nessuno è straniero” (www.secondegenerazioni.it/forum/viewtopic.php?f=23&t=1933#p14180) al progetto ““Figli di immigrati ieri, cittadini italiani oggi” (www.secondegenerazioni.it/forum/viewtopic.php?f=42&t=1829#p13161).
 
 
La Rete G2 promuove della Campagna “Non aver paura”

Ricordiamo che la Rete G2 promuove la Campagna “Non aver paura. Apriti agli altri, apri ai diritti” assieme ad altre 26 organizzazioni nazionali:
www.nonaverpaura.org 
   
Sul web
Al seguente link trovate uno speciale del quotidiano Il Sole 24 ore sugli strumenti di comunicazione sul web della Rete G2:
 
Vi invitiamo inoltre ad ascoltare direttamente i brani musicali del cd promosso nel 2008 da G2 “Straniero a chi? Tracce e parole dei figli dell’immigrazione” su www.myspace.com/reteg2secondegenerazioni  e a vistarci su G2@facebook, raggiungibile dalla home del nostro sito www.secondegenerazioni.it (a destra).
 
Saluti
 
Rete G2 Seconde Generazioni
www.g2secondegenerazioni.it  

Comments Commenti disabilitati

Comments Commenti disabilitati

Azioni d’informazione – formazione per prevenire segregazione e marginalizzazione urbana della popolazione straniera immigrata – 2008. Glossario Europeo dell’antidiscriminazione e dell’uguaglianza.

Glossario (PDF)

Comments Commenti disabilitati

a cura della Rete G2, organizzazione nazionale di figli/e di immigrati

Manifesto per il 2009
Le attività di quest’anno della Rete nazionale G2 – Seconde Generazioni seguono principi, teorie e pratiche stabiliti nel Manifesto G2 per il 2009, votato in assemblea all’ultimo Workshop nazionale della nostra organizzazione:
www.secondegenerazioni.it/g2-nel-2009/

G2 incontra il presidente della Camera

Prosegue nel nuovo anno l’impegno della Rete G2 per la riforma della legge sulla cittadinanza italiana perché sia più aperta verso i figli dell’immigrazione, cresciuti in Italia. Per questo la Rete G2, dopo un appello al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, ha inviato una lettera al presidente della Camera dei deputati, Gianfranco Fini, e lo ha incontrato il 20 gennaio per presentargli i casi più significativi di ostacoli affrontati dalle seconde generazioni, raccolti nell’Osservatorio nazionale G2:
www.secondegenerazioni.it/forum/viewtopic.php?f=23&t=1795

G2 a scuola

1. Nel rispetto del Manifesto per il 2009 la Rete G2 ha deciso di investire gran parte delle proprie energie nel mondo della scuola, dove sta crescendo una nuova generazione, a cominciare da tre Regioni: Lombardia, Toscana e Lazio. Iniziano infatti a febbraio gli incontri della Rete G2 rivolti a tutte le scuole superiori di Arezzo all’interno del progetto “Seconde Generazioni. Figli di immigrati ieri, Cittadini italiani oggi” e che si svolgeranno lungo tutto l’anno:
www.secondegenerazioni.it/forum/viewtopic.php?f=23&t=1767

2. Si terrà la mattina del 21 febbraio a Mantova “G2: comunicando si impara”, titolo dei laboratori della Rete G2 che coinvolgeranno 4 scuole superiori. A questa iniziativa seguirà il Meeting pomeridiano “Seconde generazioni On air: web, radio, tv, giornali, fotoromanzi e musica per chi é sintonizzato sull’Italia che cambia”, dove sono state chiamate a partecipare anche realtà come AssoCina.com, la redazione locale di Smarties e la bolognese Crossing Tv. L’intera giornata è organizzata dalla Rete G2 in collaborazione con il Centro per l’educazione interculturale della Provincia di Mantova:
www.secondegenerazioni.it/forum/viewtopic.php?f=23&t=1819

3. Infine la Rete G2 ha inaugurato il Forum di discussione “G2 per le scuole” interamente rivolto a studenti e insegnanti, con progetti, iniziative, riflessioni e curiosità per continuare a crescere insieme:
www.secondegenerazioni.it/forum/viewtopic.php?f=23&t=1835

Altre iniziative

1. L’11 febbraio la Rete G2 inaugurerà a Torino il ciclo di incontri “Diritti al punto” dove parlerà della propria mission per la modifica della legge per l’accesso alla cittadinanza italiana. L’iniziativa è organizzata dal Centro Interculturale della città di Torino in collaborazione con l’associazione Nausicaa:
www.secondegenerazioni.it/forum/viewtopic.php?f=23&t=1781

2. Dal 13 al 15 marzo la Rete G2 parteciperà con un proprio stand alla Fiera del consumo critico “Fà la cosa giusta” di Milano, organizzata dalla onlus Insieme nelle terre di mezzo e dal giornale Terre di mezzo presso Fieramilanocity:
www.secondegenerazioni.it/forum/viewtopic.php?f=23&t=1820

Sul web

Vi invitiamo ad ascoltare direttamente i brani musicali del cd promosso nel 2008 dalla Rete G2 “Straniero a chi? Tracce e parole dei figli dell’immigrazione” su www.myspace.com/reteg2secondegenerazioni e a vistarci su G2@facebook, raggiungibile dalla home del nostro sito www.secondegenerazioni.it (a destra).
Saluti

Rete G2 Seconde Generazioni

www.secondegenerazioni.it

Comments Commenti disabilitati

Lettera della Rete G2 – Generazione Seconda al Presidente della Repubblica Italiana

“Per noi è importante una riforma della legge sulla cittadinanza e vogliamo incontrarLa, Presidente, per parlarne con Lei” …. Lettera in formato WORD

Comments Commenti disabilitati

Titolo esteso:
“ETNOPSICOLOGIA : PIANIFICAZIONE INTERVENTI IN AMBITO TRANSCULTURALE – IL LABORATORIO DI RUE 2005-2007″

L’etnopsicologia è un’insieme di discipline finalizzate allo studio di culture altre e ad intervenire su di esse attraverso nuovi dispositivi terapeutici.
Il suo scopo risulta essere quello di costruire dispositivi di ricerca che permettano una riflessione anche sui limiti del proprio modo di operare e costruire conoscenza, di guardarsi come altri.

Introduzione:

Al fine di veicolare nozioni inerenti all’ambito etnopsicologico a laureati in discipline psico-sociali, l’ente di formazione RUE- Risorse Umane Europa ha organizzato, per due anni consecutivi (2005/2006, 2006/2007), percorsi di formazione orientativamente simili nei contenuti, uguali negli obiettivi, riguardanti il suddetto argomento e volti a fornire strumenti utili ad operare nell’ambito transculturale.

Documento COMPLETO

Comments Commenti disabilitati

Oggetto: Realizzazione progetto “Uguali e diversi da me” parte seconda – Azioni di informazione e di approfondimento in merito alla formazione per prevenire i fenomeni di segregazione e marginalizzazione urbana della popolazione straniera immigrata.

Il Comune di Udine realizza la prosecuzione del progetto di formazione “Uguali e diversi da me” con l’attuazione della seconda parte, formata da azioni di informazione e di approfondimento per prevenire i fenomeni di segregazione e marginalizzazione urbana della popolazione straniera immigrata.

Il Comune di Udine è l’ente titolare del progetto e la gestione dello stesso è affidata all’Associazione RUE – Risorse Umane Europa di Udine, in accordo con la Direzione degli Uffici, Servizi ed Enti pubblici destinatari dell’intervento formativo che individueranno i fruitori delle azioni in – formative.

Compito dell’Associazione RUE – Risorse Umane Europa è la progettazione e gestione delle azioni informative e formative secondo strategie di valorizzazione delle differenze nei diversi ambiti pubblici del territorio, sulla base delle indicazioni fornite dal Comune di Udine per una continuazione di approfondimento in relazione a:

- discriminazione diretta, che si materializza in una serie di effetti e lo scopo di conseguire la distruzione o la limitazione nell’esercizio di diritti inviolabili: analisi di studi di caso proposti dagli operatori dei Servizi partecipanti all’iniziativa ( Ente Locale, INPS, INAIL, Azienda Municipale Trasporti, Scuola, Azienda sanitaria )

- indiretta, nella quale vi è l’effetto dell’azione, ma non uno scopo palese: analisi di studi di caso proposti dagli operatori dei Servizi partecipanti all’ iniziativa.

Affiancheranno questi momenti formativi alcuni interventi sul tema “Diritti umani”, aperti sia agli operatori degli Uffici, Servizi ed Enti pubblici interessati che agli immigrati che operano all’interno delle Associazioni del territorio.

Il calendario delle azioni in – formative, che si terranno presso l’aula magna dell’ Educandato Uccellis di Udine , via G. da Udine n.20, dalle ore 15.00 alle 18.00, è il seguente:

mercoledi 22 ottobre 2008

giovedi 13 novembre 2008

mercoledi 26 novembre 2008

giovedi 4 dicembre 2008.

Il primo asse formativo dei laboratori è centrato sulla presentazione della normativa europea e nazionale in materia, a cura di avvocati dell ‘ Unione Forense per la tutela dei diritti dell’ uomo.

Il secondo asse è centrato sull’ accompagnamento dell’ operatore nelle relazioni e nelle comunicazioni con utenti di culture diverse.

E’ previsto un quinto incontro tematico, centrato su studi di caso specifici per ciascuno dei diversi comparti di servizio alla persona presenti, la cui data sarà concordata per gennaio 2009.

Materiale di presentazione

Foto(1)
Foto(2)

Segreteria organizzativa:

RUE – Risorse Umane Europa via G.Giusti 5, Udine rue@quipo.it www.risorseumaneuropa.org

Comments Commenti disabilitati

RUE ha maturato nel corso degli anni una notevole esperienza nell’ambito legato all’educazione alla cittadinanza europea. I materiali più importanti sono disponibili qui sotto in formato PDF:

Una nuova cittadinanza europea per le donne e per gli uomini
Come si è arrivati alla Costituzione Europea
Attività di collaborazione transfrontaliera con Austria, Slovenia e Croazia
Laboratori di riflessione sulla cittadinanza europea (2005)

Comments Commenti disabilitati

UGUALI E DIVERSI DA ME (settembre 2006)
Nuove forme di aggregazione giovanile per costruire una comunità interculturale.

Ecco i materiali prodotti durante la ricerca:

Relazione introduttiva Dott.ssa Valeri
Relazione Dott. M. De Liva
Relazione Provincia Trieste
Relazione Provincia Gorizia
Relazione Provincia Pordenone
Relazione Provincia Udine

Comments Commenti disabilitati

La ricerca ‘Un mondo di scuole’ ha avuto inizio nel 2003 e si compone di tre volumi, dei quali il terzo è stato completato il 29 dicembre 2006.
Esso contiene una schedatura dei sistemi scolastici stranieri di 56 Paesi, riferiti alle etnie maggiormente presenti nella regione Friuli Venezia Giulia.

Un Mondo di Scuole vol. I
Un Mondo di Scuole vol. II
Un Mondo di Scuole vol. III

Sito internet Regione FVG

Comments Commenti disabilitati

Si ricorda la presenza del forum per addetti ai lavori per il progetto Interreg IIIA Italia Austria:

Forum Interreg IIIA

Comments Commenti disabilitati

Azioni di informazione e formazione per prevenire i fenomeni di segregazione e marginalizzazione urbana della popolazione straniera immigrata. Incarico a RUE – Ris orse Umane Europa da Comune di Udine , Dipartimento Politiche Sociali, Educative e Culturali – Centro Servizi per Stranieri.

RUE – Risorse Umane Europa progetta e gestisce le azioni formative, da luglio 2008 a gennaio 2009, secondo strategie di valorizzazione delle differenze nei diversi ambiti, pubblici e privati del territorio, sulle base delle indicazioni fornite dal Comune di Udine in relazione a:
1. discriminazione diretta, che si materializza in una serie di effetti e lo scopo di conseguire la distruzione o la limitazione nell’esercizio di diritti inviolabili;
2. indiretta, nella quale vi è l’effetto dell’azione, ma non uno scopo palese.

- osserva e rileva, nel corso degli interventi informativi, le problematiche legate al rapporto fra uguaglianza e diversità nei diversi ambiti, pubblici e privati, del territorio locale;
- confronta le osservazioni e i risultati delle analisi rilevate con analoghe, nazionali ed europee ;
- propone buone prassi di intervento nel territorio locale, nel rispetto dell’applicazione delle politiche di pari opportunità (normativa regionale, nazionale e comunitaria);
- fa conoscere e mantiene aggiornate, attraverso pubblicazioni cartacee, notiziari informativi, pubblicazioni on – line, seminari e un convegno, il maggior numero di informazioni in merito ai diritti – doveri;
- concorda preventivamente con il Comune il rilascio agli organi di informazione (stampa, TV, ecc.) di qualsiasi notizia attinente il progetto.

Disponibili a partecipare alle azioni progettuali Unione Forense per i diritti umani FVG, Nuovi Cittadini onlus, S.Vincenzo Udine.

Comments Commenti disabilitati

SECONDE GENERAZIONI IN MOVIMENTO:INCLUSIONE SOCIALE E VALORIZZAZIONE

Azione 3. ORIENTARSI (Incontri per le famiglie immigrate con gli esperti del territorio: psicologi, linguisti, antropologi, sociologi )

Non si può pensare di affrontare il problema dei percorsi identitari della seconda generazione senza sostenere anche i genitori e le loro difficoltà. Questi , spesso in Italia da molti anni, devono riacquistare il loro ruolo educativo all’interno della famiglia ricongiunta per sostenere i figli, cercando di attenuare l’intensità dell’impatto con la nuova società.

L’ azione progettuale vuole dare sostegno agli adulti nella loro funzione genitoriale a partire non tanto dalle loro difficoltà, quanto dal favorire l’attivazione di loro risorse e potenzialità in un’ ottica di orientamento scolastico – educativa.
Essa è costituita da una serie di cicli di incontri, da maggio 2008 a gennaio 2009, tenuti a livello di ogni realtà scolastica.

Sulla base delle attività e della scelta metodologica si è ritenuto opportuno affidare la gestione del progetto ad un team di figure professionali di RUE , Nuovi Cittadini onlus, Università degli studi di Udine e di Trieste, esperti del territorio, affinché seguano costantemente il percorso, presidiando la metodologia, il processo di accompagnamento e di orientamento, il clima e le relazioni.

Comments Commenti disabilitati

La ricchezza delle diversità va valorizzata e utilizzata, le modalità previste potranno essere modificate secondo le istanze e le esigenze degli alunni stranieri e italiani, i docenti e gli operatori dei servizi socio – educativi e di orientamento coinvolti nel progetto.

Al loro fianco, da maggio 2008 a marzo 2009, opererà il gruppo di lavoro RUE, Nuovi Cittadini onlus ed Interethnos, Università di Udine – centro internazionale sul plurilinguismo ed esperti pubblici e privati , che opereranno interventi di analisi e valutazione delle criticità emerse durante le azioni del progetto e interventi di indirizzo e di orientamento interculturale sull’attività svolta sugli alunni stranieri e italiani.

FASI
Prima fase: organizzazione preliminare e inizio attività.
Seconda fase: conoscere l’Altro
Terza fase: produzione dei materiali informativi
Quarta fase : disseminazione dei materiali informativi e valutazione.

Comments Commenti disabilitati

La ricerca “Un mondo di scuole vol.IV”, realizzata da RUE – Risorse Umane Europa nel 2007 per la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Struttura Stabile per gli Immigrati, presenta contenuti diversi rispetto alle tre precedenti edizioni che hanno interessato l’analisi dei sistemi scolastici di 61 paesi tra comunitari ed extracomunitari. Per quest’ultima si è ritenuto opportuno orientare la ricerca – azione tenendo in considerazione i seguenti aspetti:
a. offrire strumenti utili ai docenti per facilitare l’accoglienza e l’inserimento degli alunni stranieri ;
b. presentare degli studi effettuati nel territorio , uno studio di caso e un’ indagine conoscitiva, quali esempi di analisi e di riflessione sulle tematiche poste da parte di tutti gli operatori della scuola.

Pubblicazione(formato di compressione .RAR)

SIto internet Regione Friuli Venezia Giulia

Comments Commenti disabilitati

Nel sito della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, alla pagina:

http://www.regione.fvg.it/rafvg/news/eventi.act?portale=yes&m=dettaglio&id=1280&dir=/rafvg/cms/RAFVG/AT11/

si trova la pubblicazione online e il materiale dei seminari “Cooperazione transfrontaliera tra Istituti scolastici”

Comments Commenti disabilitati

Pubblicata la ricerca: “UGUALI E DIVERSI DA ME. LINEE GUIDA AL SUPERAMENTO DEI PREGIUDIZI” .
2007-2008 Seconda edizione

Effettuata da R.U.E. – Risorse Umane Europa nel 2007 per incarico della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

Allegato formato DOC

 
   

Comments Commenti disabilitati

Fondi Strutturali 2007-2013 Obiettivo 3 “Cooperazione territoriale europea 2007 – 2013 “.

Programma Operativo per il sostegno alla collaborazione per le zone di confine fra Italia e Austria (CCI 2007VB63PO052).

INTERREG IV ITALIA AUSTRIA

Sei Regioni – un obiettivo :
Regione autonoma FVG, Regione Veneto, Provincia autonoma di Bolzano, Lander Carinzia, Salisburgo, Tirolo.

Il Programma Operativo renderà disponibili alcuni bandi ( il primo, scade il 30 aprile 2008 ) sugli obiettivi specifici:

- OBIETTIVO SPECIFICO PRIORITA’ 1: RELAZIONI ECONOMICHE, COMPETITIVITA’ , DIVERSIFICAZIONE.
LINEA DI INTERVENTO STRATEGICA n. 4 : “RISORSE UMANE E MERCATO
DEL LAVORO”.

- OBIETTIVO SPECIFICO PRIORITA’ n.2 : TERRITORIO E SOSTENIBILITA’. LINEA DI INTERVENTO STRATEGICA n.6 : “CULTURA, SANITA’ E AFFARI SOCIALI”.

RUE – Risorse Umane Europa è interessata ad acquisire partnership per la priorità n°2, vedi proposta progettuale allegata in fondo.

Idea progettuale(documento WORD)

Ulteriori informazioni progetto (documento WORD)

Comments Commenti disabilitati

La ricerca, realizzata nel 2007 da RUE per incarico della Regione Friuli Venezia Giulia, vuole fare luce sugli atteggiamenti dei giovani, di età compresa tra i 15 e 20 anni, intorno ai temi relativi alle discriminazioni: in tale contesto si è cercato inoltre di definirvi anche il ruolo dei mass media, della famiglia e della scuola.
La strategia scelta è stata la distribuzione, raccolta e analisi, di un questionario con trentacinque quesiti somministrato ad oltre seicento studenti di quattordici scuole medie superiori delle province di Trieste, Gorizia e Udine.

Ulteriori informazioni (documento WORD)

Comments Commenti disabilitati

5° seminario del progetto “Cooperazione transfrontaliera tra istituti scolastici” , presentazione dei progetti italiani austrici finanziati dal programma Interreg 3A Italia Austria 2000-2006.

Info Progetto (documento PDF)

Presentazione convegno (documento PDF)

Comments Commenti disabilitati

Dirigente Scolastico
Direttore Servizi Amministrativi
Docente referente

Lunedi 28 gennaio 2008, dalle ore 9.30 alle 16.30 c/o IPS B. Stringher di Udine, siete invitati a partecipare al primo workshop tematico del progetto ” Cooperazione transfrontaliera fra istituti scolastici ” , programmato dalla Direzione Centrale Relazioni Internazionali ed Autonomie Locali della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

Vi invitiamo cortesemente a prendere contatto con l’istituzione scolastica austriaca Vostra partner, inviandole l’allegato in lingua tedesca ed invitandoLa ad essere presente al workshop ( dirigente, direttore amministrativo, docente)

Cordiali saluti da Walter De Liva rue@quipo.it cell. 338 4626817

CRONO.doc
CARTAinterregIII.doc

Comments Commenti disabilitati

Uguali e diversi da me – azioni di informazione e formazione per prevenire i fenomeni di segregazione e marginalizzazione urbana della popolazione immigrata.
Materiali dei laboratori di formazione anti – discriminazione attuati da RUE per incarico del Comune di Udine , cofinanziati dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, settembre – dicembre 2007.

Casi_discriminazione.ppt
Casi_discriminazione2.ppt
D.lgs.215-2003.doc
Slides.ppt
prot829.pdf
racc.10ECRI.pdf

Comments Commenti disabilitati

RUE – Risorse Umane Europa vi informa che:
giovedì 6 dicembre 2007 dalle ore 9.30 alle ore 16.30 presso IPS “B.Stringher” via Monsignor Nogara, Udine si terrà il primo seminario relativo al progetto di “Cooperazione transfrontaliera tra istituti scolastici”.
Questo primo intervento formativo interessa la gestione dei gruppi di lavoro e il lavoro in rete, la dimensione transnazionale del partenariato.
Relatrici saranno Iris Iammernegg e Renata Kodilja, docenti universitarie esperte di comunicazione e gestione dei gruppi.
Data l’importanza dell’attività si ritiene significativo garantire la Vostra partecipazione.
Alleghiamo sintesi dei contenuti dei seminari di formazione tecnica e degli workshop tematici programmati dalla Regione autonoma Friuli Venezia Giulia.
Descrizione approfondita.

Cordiali saluti Walter De Liva

RUE – Risorse Umane Europa 0432 227547
via G.Giusti 5
33100 Udine
rue@quipo.it www.risorseumaneuropa.org

Comments Commenti disabilitati

Scarica il documento sugli studi di caso.

Comments Commenti disabilitati

È stato creato uno spazio in cui vengono inserite periodicamente le tesine realizzate dai laureati che hanno seguito nel 2005/06 i corsi FSE C3 “Etnopsicologia: pianificazione ed interventi in ambito transculturale”, realizzati da RUE per la Regione FVG nelle città capoluogo.
http://news.risorseumaneuropa.org/etno/

Comments Commenti disabilitati

L’Associazione RUE – Risorse Umane Europa è disponibile alla collaborazione con le Istituzioni secondarie superiori e con i Corsi di Laurea della Regione nella ricerca di risposte all’invito rivolto ai giovani di una “migliore comprensione della diversità del nostro comune patrimonio culturale europeo e dei nostri comuni valori”.
Sono state predisposte tre linee di ricerca-azione:
- “EUROREGIONE: GIOVANI, INFORMAZIONE E IDENTITÀ NELLA NUOVA EUROPA”;
- “PLAN D PER LA DEMOCRAZIA, IL DIALOGO E IL DIBATTITO – STRATEGIE DI COMUNICAZIONE SULL’EUROPA”;
- “1957-2007: ITINERARI DELL’INTEGRAZIONE EUROPEA”.

RICERCA–AZIONE “EUROREGIONE: GIOVANI, INFORMAZIONE E IDENTITÀ NELLA NUOVA EUROPA”.

Contatti organizzativi di RUE: beneficiari diretti delle azioni informative saranno focus group di giovani delle scuole superiori della Regione e delle sedi universitarie di Trieste, Gorizia e Udine.
Il progetto vuole rendere disponibile un approccio multiplo agli obiettivi sopra delineati attraverso un’azione di coinvolgimento di un gruppo o di una classe del Vostro Istituto finalizzato all’acquisizione di conoscenze, capacità e competenze sulla EUROREGIONE, con le seguenti modalità di attuazione durante nel 2006-2007:
primo, interventi di laboratorio (due ore) per approfondire da vicino la conoscenza dell’EUROREGIONE e insieme affrontare i nodi problematici, i dubbi, i motivi di incertezza e di successo legati all’integrazione europea;
secondo, un piano di informazione (due ore) per sperimentare la comunicazione multimediale definendo una lista di dialogo su temi di comune interesse per i giovani e per le istituzioni, per scoprire somiglianze e differenze culturali, confrontare le prospettive immediate e future;
terzo, un piano di produzione di materiale informativo innovativo (due ore) da restituire sia alla pubblica opinione che ai giovani attraverso la realizzazione di prodotti audiovisivi (DVD), trasmissioni radiofoniche (con interviste, talk-show, ecc.) e televisive (documentari, talk show), pagine dedicate al progetto sui siti web delle reti locali.
L’ampliamento della Euroregione (Friuli Venezia Giulia, Veneto, Carinzia, Contea Istriana) sarà seguito da un forte impulso alla creazione di nuove reti informative che favoriscano il contatto e la comunicazione, la diffusione e la condivisione del processo di emersione di nuove cittadinanze, “obiettive” in quanto le identità debbono confrontarsi con le “alterità” e quindi dichiararsi in termini oggettivi.

RICERCA–AZIONE “PLAN D PER LA DEMOCRAZIA, IL DIALOGO E IL DIBATTITO – STRATEGIE DI COMUNICAZIONE SULL’EUROPA”.

Nel corrente anno scolastico 2006/2007 le scuole superiori ed i giovani della Regione saranno coinvolti nel progetto “PLAN D PER LA DEMOCRAZIA, IL DIALOGO E IL DIBATTITO – STRATEGIE DI COMUNICAZIONE SULL’EUROPA”.
Contatti organizzativi con RUE: beneficiari diretti delle azioni informative saranno focus group di giovani delle scuole superiori della Regione e delle sedi universitarie di Trieste, Gorizia e Udine.
È ipotizzabile, a conclusione del progetto, una visita di approfondimento a Bruxelles di un gruppo costituito da due studenti per ciascuna scuola superiore ed università, con la supervisione dell’Ufficio di Collegamento.
RUE intende attuare con detto incarico una forma di partecipazione che consiste in un’azione significativa ed evidente per l’intera comunità locale, regionale, europea: promuovere la partecipazione dei giovani significa quindi enfatizzare le loro competenze autonome nell’azione e creare le condizioni affinché la loro azione sia visibile.
Si utilizzerà questa metodologia in laboratori pensati come gruppi di elaborazione di progetti e di idee degli studenti delle scuole superiori e dell’università “sul futuro dell’Europa.”
La metodologia della progettazione viene associata ad una modalità di coinvolgimento e di gestione del gruppo che prevede relazioni orizzontali tra i membri, un modo democratico ed aperto di affrontare le questioni che si pongono.
La valorizzazione delle opinioni e delle competenze di ognuno, la circolarità della comunicazione è un risultato atteso dai laboratori attraverso la discussione e condivisione tra i membri del gruppo-classe a confronto con le risorse informative del territorio regionale/europeo (ad esempio in video conferenza con Ufficio di Collegamento della Regione FVG a Bruxelles).

RICERCA-AZIONE “1957-2007: ITINERARI DELL’INTEGRAZIONE EUROPEA”.

Il progetto intende individuare e sviluppare alcuni percorsi di massima, comuni ai diversi soggetti partecipanti (Istituzioni, Musei, Scuole) negli scopi e nelle modalità generali, ma tali da rispettare le differenze di ruolo, di interesse e creatività di ciascuno.
“1957–2007 Itinerari dell’integrazione europea”, può definirsi un progetto il cui materiale è in gran parte prodotto dai giovani stessi, che, guidati da professionisti adulti (gli esperti, assistenti e consulenti del progetto), riescono a chiarire a se stessi e mediante un iter operativo, il ventaglio di informazioni e opzioni a disposizione per estrinsecare la loro creatività, offrendone nello stesso tempo, la possibilità di utilizzo da parte di altri giovani
Il progetto intende promuovere rassegne–esposizioni presso i Civici Musei di Trieste e di Gorizia, coinvolti non solo per un eventuale concorso inter scuole, ma anche perché sia oggetto d’integrazione fra vari settori culturali e le nuove tecnologie della comunicazione.
L’integrazione sociale per essere attuata richiede un serio dibattito sui valori fondamentali della nostra società e la diffusione della cultura ne è la base, per cui il progetto: “1957–2007 Itinerari dell’integrazione europea”, si inserisce nella ricerca di forme di espressione che siano comprese da tutti i giovani stimolino l’interesse alla conoscenza della storia dell’integrazione europea con metodi innovativi.
Infatti il programma che RUE proporrà alle scuole coinvolte nel progetto si articolerà intorno a due strumenti principali:
- laboratorio di lettura per valorizzare e riportare all’attenzione degli studenti la lettura di testi, di giornali e dei riviste, intesi non solo come strumento di conoscenza, ma anche come stimolo ad andare oltre alla lettura per approfondire le proprie conoscenze e favorire la discussione con il gruppo dei pari in merito ai temi dell’Unione Europea, in particolare della storia dell’integrazione europea;
- laboratorio di informatica, una sorta di “osservatorio sull’Europa” (sito della Regione FVG, siti nazionali ed europei), per incoraggiare l’instaurarsi di una importante sinergia tra l’uso della carta stampata e quello dei mezzi informatici.
In particolare i contenuti del progetto andranno ad interessare le seguenti tematiche:
STORIA E PRINCIPI FONDAMENTALI DELL’INTEGRAZIONE EUROPEA
LE ISTITUZIONI E I TRATTATI
LA COSTITUZIONE EUROPEA E IL FUTURO DELL’UNIONE
ALLARGAMENTO E POLITICHE DI PROSSIMITÀ
L’EURO E LE POLITICHE DELL’UNIONE
L’EUROPA E I GIOVANI.
Contatti organizzativi di RUE con le istituzioni formative: beneficiari diretti delle azioni informative saranno focus group di giovani delle scuole superiori della Regione.

Comments Commenti disabilitati

Corsi di formazione FSE e Regione F.V.G. post-laurea gratuiti per laureati in psicologia, antropologia culturale, sociologia e scienze dell’interculturalità – decreto di approvazione della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia n. 2296 del 15 novembre 2006

La presenza di più etnie e di più culture nella regione FVG rappresenta una realtà che necessita di una risposta/intervento da parte della psicologia , antropologia, sociologia ed altre scienze affini. Il percorso formativo è finalizzato ad introdurre i corsisti alle tematiche dell’alterità e della diversità e ai rapporti tra psicologia, antropologia culturale e sociologia e ad acquisire il grado di consapevolezza critica sui fondamenti dello stesso sapere antropologico, sociologico e psicologico.
Questo per poter al fine disporre di figure professionali nel territorio in possesso degli strumenti/tecniche necessari per poter interagire positivamente con sistemi di pensiero, interpretazioni provenienti da altre culture, e con chi in quel momento le rappresenta.

 

Struttura dei corsi
Ogni corso è costituito da 6 moduli per un totale di 72 ore più 3 ore d’esame finale per 75 ore complessive. Prima dell’avvio dei singoli corsi è prevista una selezione degli iscritti della durata di 3 ore.

Temi di studio
I temi di studio affrontati nei moduli saranno i seguenti:
I° Modulo: Cultura, etnia (10 ore)
II° Modulo: La comunicazione interculturale ( 12 ore)
III° Modulo: L’incontro con l’altro (14 ore)
IV° Modulo: Elementi di etnopsicologia (20 ore)
V° Modulo: Studio di caso (11 ore)
VI° Modulo: Società dell’informazione e Borsa lavoro (5 ore)

I corsi si svolgeranno nelle città capoluogo della regione di: Trieste (2 corsi), Udine e Pordenone, le sedi saranno rese note ai corsisti prima dell’avvio delle attività.
E’ previsto un impegno pomeridiano di quattro ore settimanali per ogni corso dalle 14.30 alle 18.30 così articolato: martedì a Pordenone, mercoledì a Udine, giovedì e venerdì a Trieste.

Requisiti e modalità d’iscrizione:
Possono iscriversi al corso i laureati in psicologia, antropologia culturale o in lettere indirizzo antropologico e sociologia (vecchio e nuovo ordinamento di studi) e scienze dell’interculturalità residenti nella regione FVG disoccupati, occupati, inoccupati.

Per l’iscrizione al corso è sufficiente inviare una e-mail di adesione, entro il 31 dicembre 2006, a rue@quipo.it, assieme al proprio curricolo formativo, oppure via fax allo 0432/227547 presso la sede di RUE – Risorse Umane Europa , via Giusti 5 – 33100 Udine.
L’iscrizione e la frequenza sono gratuite.

Direzione amministrativa
La direzione è ubicata presso la sede centrale di RUE – Risorse Umane Europa, via Giusti 5, 33100 Udine – tel. e fax 0432/227547; e-mail: rue@quipo.it
http://news.risorseumaneuropa.org

Comments Commenti disabilitati



“I Love EU” è un giornale on line registrato dal Tribunale di Udine in data 2/9/06 n. 36/06.
Direttore responsabile Massimo De Liva. Realizzato da R.U.E. Risorse Umane Europa